venerdì 16 novembre 2012

Aspettando il Natale #2

Eccoci con un altro appuntamento di questa rubrica tutta Natalosa che ci accompagnerà in queste settimane prima di Natale! Ogni venerdì, infatti, vi proporrò un film e un libro che potrete leggere o guardare in queste domeniche uggiose!

...oggi il film e il libro di cui vi parlerò sono diversi!...purtroppo o per fortuna non di tutti i libri hanno fatto il relativo film...

* Il film di questo secondo venerdì di novembre, è uno dei simboli stessi del Natale...ed è una storia davvero deliziosa, che anni fa facevano vedere sempre durante il periodo natalizio, e che di recente ogni tanto rispolverano...si tratta proprio di ''Miracolo nella 34° strada''...non parlo del primo film del 1947 ma del remake che hanno fatto nel 1994! Con quel Babbo Natale, che più di così potevano assumere solo l'originale!!!! Ve lo ricordate!?! La storia è adorabile, il Babbo Natale stupirà anche i più scettici miscredenti, e la dolce Susan è la più tranquilla ''Matilda'', insomma merita davvero di essere visto...soprattutto perchè con i tempi che corrono, in fondo tutti speriamo che accada qualche miracolo questo Natale...
Regia: Les Mayfield
Origine: Usa
Anno: 1994
Durata: 114 minuti

Dopo che il Babbo Natale ingaggiato per la parata della festa del Ringraziamento dei grandi magazini Cole di New York, si becca una sbronza colossale ed è licenziato, il direttore ingaggia Kris Kringle (Richard Attenborough), un bonario nonnino che sembra la perfetta copia di Santa Claus e che si immedesima così bene nella parte da venire assunto per tutto il periodo delle feste. Tutti i bambini in città sembrano impazziti per Kringle, tutti loro credono fermamente che lui sia il vero Babbo Natale e l’uomo non fa nulla per deluderne le aspettative calandosi sempre più nel ruolo, ma in città c’è una vocina fuori dal coro che sembra non credergli, è Susan Walker (Mara Wilson) una bambina di sei anni che mette in dubbio non solo che Kringle sia Babbo Natale, ma che il panciuto nonnetto dispensatore di regali sia un’invenzione. Kringle decide che la bambina va aiutata a credere e propone a Susan di esaudire i suoi desideri, del tipo una casa nuova, un papà e un fratellino, insomma ordinaria amministrazione per qualsiasi Babbo Natale che si rispetti, purtroppo le cose si complicheranno quando Kringle finirà in prigione accusato di aver aggredito un uomo, e il suo processo coinvolgerà stampa e opinione pubblica, tutti a chiedersi ma il nonnino sarà mica Babbo Natale?

Non perdete l'occasione di guardarlo con i più piccoli, e con chi amate di più! Fa sempre bene vedere storie del genere, e non solo...magari qualcuno che ha perso qualche speranza, la vedrà riaccendersi!!! In fondo sognare non costa nulla, e durante il periodo natalizio i sogni si moltiplicano nella mente delle persone, sperando che qualcuno si possa avverare!

* Non essendoci un libro collegato al film di cui vi ho parlato fino a poco fa, ho dovuto sceglierne uno che si adattasse alla storia raccontata nel film, anche se non è stato per niente facile!
Si tratta di un classico di William Dean Hollews, che è stato pubblicato in Italia per la prima volta nel 1886...insomma secoli fa, ma che non per questo passato di moda...anzi, penso sia bello poterlo leggere e rileggere da soli o ai vostri piccoli, magari suddividendolo e leggendo una storia a sera...non vi porterà via troppe sere, è davvero un libricino!
Si tratta di ''Natale tutti i giorni, e altre storie da raccontare ai bambini'' di William Dean Hollews...ammetto che ho letto solo la trama e qualche recensione di altri lettori, quindi non appena potrò, lo affitterò in biblioteca per poterlo leggere totalmente...magari qualcuno di voi lo ha già letto e potrà aggiungere la sua opinione in merito, lasciando un commento a questo post...

Titolo: Natale tutti i giorni e altre storie da raccontare ai bambini
Autore: William Dean Hollews
Editore: Mattioli 1885
Prezzo: 12,90
Pagine: 112

Un padre che racconta ai figli piccole e delicate storie di Natale: nessun quadro potrebbe rendere meglio la magia di una festa che ha il potere di riunire le famiglie. Qui una bambina chiede al padre una storia in cui ogni giorno dell’anno sia il giorno di Natale. Ma come sarebbe la vita se fosse davvero Natale tutti i giorni? L’incantesimo si compie. Il Natale si ripresenta ogni mattina, i tacchini diventano più costosi dei gioielli, le foreste vengono abbattute per avere sempre più alberi da decorare…

...d'altronde a pensarci, se fosse Natale tutti i giorni non vivremmo più, ma se invece imparassimo a distribuire quelle parole, quella bontà, quella generosità che proviamo durante il periodo natalizio (sappiamo tutti che a Natale siamo tutti più buoni!) anche durante il resto dell'anno, allora sì che potrebbe essere piacevolmente Natale tutti i giorni...

Spero di avervi divertito e interessato! A venerdì prossimo per un'altra puntata di ''Aspettando il Natale''!

Buona Visione e Buona Lettura!

N.

2 commenti:

  1. Il primo film l'ho visto più volte e mi è piaciuto. Ciao

    RispondiElimina
  2. non è Natale senza miracolo alla 34^ strada.. l hanno scorso l ho finalmente trovato in dvd... ciao *.*

    RispondiElimina