venerdì 23 novembre 2012

Aspettando il Natale #3

Eccoci con un altro appuntamento di questa rubrica tutta Natalosa che ci accompagnerà in queste settimane prima di Natale! Ogni venerdì, infatti, vi proporrò un film e un libro che potrete leggere o guardare in queste domeniche uggiose!

...il film e il libro di cui vi parlerò oggi sono il frutto di un giro veloce in biblioteca che ho fatto proprio oggi pomeriggio, vedendo una bambina che rispondeva affermativamente alla fatidica domanda ''Hai già fatto la letterina per Babbo Natale?''...sono rimasta stupita di come gli anni siano passati inesorabilmente, e anche di come i bambini di oggi siano così lontani dai ''bambini'' della mia generazione...e allora mi sono domandata se quella bambina che aveva preparato una così lunga lista per Babbo Natale, sapesse qualcosa anche di chi fosse quell'uomo che la notte di Natale gli porta tutti i doni richiesti...

* Il film di cui voglio raccontarvi è proprio ''La Vera Storia di Babbo Natale''...forse quelli della mia generazione se lo ricorderanno bene, mentre i più piccoli magari non l'avranno nemmeno mai visto...un vero peccato...ecco per voi uno dei ricordi più belli della mia infanzia...non ricordo nemmeno più quante volte l'ho visto e rivisto questo film davvero delizioso...ammetto che custodivo gelosamente la cassetta (l'antica VHS!) e che permettevo di vedere questo film solo se ci fossi stata anche io a vederlo...chissà se i miei fratelli se lo ricorderanno ancora!!! Insomma proprio la tipica, classica storia di Babbo Natale...da dove viene, le leggende e le renne e tutto il resto! Merita davvero anche se è un film vecchiotto!!! Forse metterà un po' di buone intenzioni nelle letterine di questi bambini moderni...perchè noi bambini del secolo scorso, avevamo anche noi i nostri desideri, ma potete stare tranquilli che nella letterina c'era posto anche per chi era meno fortunato di noi...
Regia: Jeannot Szwarc
Origine: USA
Anno: 1985
Durata: 112 minuti

In un immaginario paesino agricolo, qualche secolo fa, vivevano Claus ed Anya, un'anziana coppia senza figli, benestante e buona con i bambini del villaggio. Lui, Claus, era un abile artigiano del legno e per Natale regalava a tutti i piccoli dei meravigliosi giocattoli. Ma un brutto giorno una tremenda bufera di neve sorprende i due vecchi per la strada, essi si addormentano in un sonno senza fine per risvegliarsi in un fantastico e coloratissimo palazzo abitato da tanti elfi, anch'essi fabbricanti di giocattoli che accolgono la coppia con affetto. I buoni e vispi ometti nominano ufficialmente Claus Babbo Natale, egli sarà immortale e recherà ogni anno ai bambini di tutto il mondo sulla sua magica slitta trainata da formidabili renne, giocattoli creati dagli elfi. Tutto procede bene per vari anni fino a che si arriva al nostro secolo e cominciano i guai. Sulla terra c'è un ricchissimo industriale dei giocattoli, B.Z. che è alle prese con la giustizia per truffe varie e cerca un pretesto per rifarsi. Nel mondo degli elfi c'è Patch, un ometto molto creativo che, con l'intenzione di aiutare Babbo Natale a costruire più giocattoli, combina un sacco di pasticci mettendo in crisi la produzione del munifico vecchietto. Più nessun bambino apprezza i suoi doni, Patch umiliato se ne va sulla terra e qui rimane invischiato nella rete di B. Z. che lo assume nella sua ditta e lo irretisce promettendogli favolose ricompense. Patch inizia a produrre per il cinico industriale giocattoli fantastici che attraggono i piccoli del nostro secolo. Babbo Natale però non si arrende, torna sulla terra e con l'aiuto di due piccoli amici, Joe e Cornelia, entrambi senza famiglia, riesce a salvare Patch dalle grinfie di B.Z. e a recuperare la fiducia dei bambini di tutto il mondo.

* Il libro è strettamente collegato al film che vi ho proposto (questa volta mi è andata bene!)...un libro uscito proprio di recente e che narra ''La Vera Storia di Babbo Natale'', come è nata la leggenda e quanto è vera...una lettura principalmente per i grandi che magari hanno bisogno di crederci ancora a questo uomo speciale! Purtroppo io non ho ancora letto questo libro, ma lo leggerò prima dell'arrivo del 25 dicembre...un po' perché a Babbo Natale ci voglio continuare a credere e un po' anche per curiosità...dalle recensioni che ho letto a quanto pare darà le risposte a tutte le mie domande!!!!!!

Titolo: La Vera Storia di Babbo Natale
Autore: Arnaud D'Apremont
Editore: L'Età dell'Acquario
Prezzo: 16,50 €
Pagine: 204

Babbo Natale è un paradosso vivente: un paradosso? Sì, all’ennesima potenza, se si pensa che questo simpatico vecchietto ha assunto l’aspetto che ci è noto grazie alla Coca-Cola, ma affonda le sue origini nel passato più remoto. Dietro la sua figura bonaria, con la barba bianca e la lunga cappa rossa, si cela una fantastica stirpe di personaggi: dei, eroi, sciamani, che dalla notte dei tempi dispensano doni, ma anche castighi. Possono essere folli come tenebrosi, ma sono sempre animati da una straordinaria scintilla vitale, perché l’anima di questo personaggio è proprio la vita che attende di rinascere, quella vita che durante il solstizio d’inverno la gioia dei bambini aiuta a rifiorire. All’alba del terzo millennio dobbiamo ancora credere a Babbo Natale, archetipo dell’uomo religioso, del sacerdote-sciamano delle origini? Sì, più che mai. Perché rappresenta la speranza, l’anima innocente del bambino che sopravvive nel cuore dell’adulto, e anche il simbolo di una natura addormentata pronta ad aprirsi ancora una volta alla luce. Arnaud d’Apremont guida il lettore in un sorprendente viaggio nelle nostre tradizioni, rievocando riti e segni di un tempo lontano, alla ricerca dell’autentico significato della più sentita festa cristiana, tra spiritualità religiosa e folklore mitologico e pagano.

Spero di avervi fatto scoprire qualcosa di nuovo o altrimenti di avervi fatto affiorare alla mente ricordi piacevoli! A venerdì prossimo per un'altra puntata di ''Aspettando il Natale''!

Buona Visione e Buona Lettura!

N.

3 commenti:

  1. Ciao è davvero super carino ed interessante il tuo blog....mi piacciono molto i tuoi lavori ^_^ Ma il ricamo su carta come fai a realizzarlo? Sarei curiosa di capire come si fà, per favore mi potresti insegnare? grazie ti auguro una bella serata :)
    Giusy

    http://giusylove.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giusy!
      Grazie Mille per i tuoi complimenti! Mi fa molto piacere che tu sia passata da me!!!
      devo rispolverare qualche foglio sul ricamo di carta e poi ti insegno! è davvero facilissimo e i risultati sono deliziosi ^_^
      a presto!!!!!!!!

      Nicole

      Elimina
  2. Ciao! Sono arrivata sul tuo blog grazie all'iniziativa di Kreattiva e mi sono aggiunta ai tuoi followers! Anche io amo il punto croce, i libri, i film... e ho partecipato al SAL di ricamo su carta! ;)

    RispondiElimina