venerdì 23 novembre 2012

Il Rumore dei Baci a Vuoto - Luciano Ligabue

...perchè ognuno è dentro un sogno o dentro a qualcun altro. Dentro il suo guaio. Ognuno è comunque dentro qualcosa...(pag.159)

...vi siete mai chiesti qual'è il rumore che fanno i baci a vuoto!?!...non che Luciano Ligabue con questo libro voglia darci la risposta...però effettivamente non avevo mai pensato a che rumore facessero i baci dati a vuoto! perchè ci sono baci che se dati senza voglia, e senza sentimento, sono come baci dati a vuoto...e poi ci sono i bacini che fingiamo di dare quando chiamiamo un gattino...è di questi baci che il Luciano parla...e non solo...
Titolo: Il Rumore dei Baci a Vuoto
Autore: Luciano Ligabue
Prezzo: € 15,00
Pagine: 176
Editore: Einaudi
Giudizio in Stelle: ★★★

Trama
Un cane regalato mette a nudo un matrimonio che fa fatica a stare su, e chissà se a Tano fare il vigile basterà. E il Matto Bedini? Esisterà davvero o saranno le solite chiacchiere di paese? Di sicuro esistono i due ragazzini che decidono di scoprire finalmente la verità. Una lettera che un chirurgo forse aprirà, forse no. Che forse gli farà aprire gli occhi su una storia di quotidiana disumanità, forse no, ma è certo che li farà aprire a noi. Un'azienda che sta morendo, anche se ha ancora qualcosa da dire, e un fiume che sta morendo, anche se ha ancora qualcosa da dire. Una vacanza nell'estate piú strana fin qui e una in pieno inverno, e la scoperta che il passato riesce a ferire nonostante i patti e le promesse, ma forse non mortalmente. Un comico all'apice del successo che compie una scelta difficile da capire. Un rapimento per errore che forse non è tanto per errore. Una moglie già anziana che si è portata dentro tutta la vita un incredibile segreto e adesso lo svela. O forse no. E quale verde aspetterà il giovane medico per oltrepassare il semaforo davanti al quale la sua vita sembra essersi tranquillamente assestata? E sarà davvero morto quel gatto tirato sotto la sera in cui un papà decide che non vuole piú parlare a suo figlio attraverso lo specchietto retrovisore? E quello scontrino pescato tra i rifiuti, e se... una delle prossime cinque macchine fosse una golf... Ma questa casa, comunque, non la vendo. Ci sono molti tipi di amore, in queste storie. Nessuno facile. Verso i figli, verso i genitori, verso gli amici, dentro le piú diverse coppie e famiglie. Ma c'è soprattutto tenerezza, nei racconti teneri come in quelli che colpiscono dritti allo stomaco. E c'è speranza e futuro, nei finali aperti che lasciano immaginare tante soluzioni possibili. E sempre c'è tenerezza nello sguardo che l'autore rivolge alle persone, e ai suoi indimenticabili personaggi.

Recensione
...quando qualche settimana fa ero in dubbio su cosa leggere o meno, mi è venuto subito in mente l'ultimo libro di Luciano Ligabue...avevo letto qualche frase ricopiata da qualche fan sulla sua bacheca di fb! e allora mi ero detta che quasi quasi questo libro valeva la pena di essere letto...e detto fatto!...quando ho scoperto che si trattava di storie completamente diverse tra loro, purtroppo la mia valutazione è calata di molto, non amo particolarmente i racconti brevi, per tanti diversi motivi, innanzitutto perchè con un racconto breve è difficile rapire davvero il lettore...ma nonostante ciò ho iniziato a leggere...il primo racconto addirittura l'ho condiviso con il boy un sabato notte mentre non riuscivamo a dormire...quando ho terminato di leggere entrambi ci siamo guardati e ci siamo detti (da fans del Luciano quali siamo!) che questo Luciano non è quello che canta quelle poesie che sono le sue canzoni...racconti brevi di storie particolari, di persone tristi e strane, che lasciano un po' di amaro in bocca...alcune lo ammetto mi hanno fatto sorridere ma nell'insieme mi hanno un po' stupito, forse proprio perchè questo non è il Luciano de ''L'amore conta'' e di tutte le altre canzoni...e forse anche perchè ascoltandolo da fan, avendo guardato le sue interviste, non mi era mai apparso così come invece è venuto fuori leggendo questo libro...è una persona diversa, e anche con qualche problema...ho continuato la lettura dicendomi che ci sarebbe stato un racconto che avrebbe tirato fuori il meglio di lui, e che molto probabilmente sarebbe stato il racconto intitolato ''Il rumore dei baci a vuoto'' (proprio come il libro!) quello in cui ci sarebbe stato il Luciano al 100%! e invece no, un'altra storia da pazzi...ma non mi sono persa d'animo e sono arrivata all'ultima storia...''Pioggia di stelle'', già il titolo evoca qualcosa di magico...ed è proprio in questo racconto ho trovato il vero Luciano...quello che canta poesie!!! mi ha incantato, e allo stesso tempo mi ha fatto rimanere con i piedi attaccati per terra...ho adorato quel racconto e l'ho letto per ben due volte!!! Forse è davvero l'unico racconto scritto dal Luciano, o forse è l'unico scritto dall'autore delle canzoni del Luciano, che essendo lui stesso un cantautore non può non essere lui!!! Insomma ''Pioggia di stelle'' è tutta farina del suo sacco...di un sognatore maledetto come, in fondo, è lui...Non dirò mai a nessuno di non leggere un libro, dirò solo che ci sono libri che vale la pena leggere e altri un po' meno...naturalmente se siete fan del Luciano, leggete pure questo libro che in 176 pagine parla a suo modo di lui; se invece avete solo voglia di leggere un libro non troppo impegnativo, leggetelo, è molto scorrevole e il fatto di essere un insieme di racconti lo rende ancora più breve! Penso che leggere un libro del genere a suo modo possa insegnare qualcosa...ma questo sta a voi...
...se io ne avessi meno, di pudore, mi metterei a pregare. Ma sono sicuro che c'è la fila, davanti a qualche dio, di gente che si fa viva solo quando ne ha bisogno o è disperata e chiede qualche tipo di miracolo. Promesse di grandi cambiamenti e pentimenti. In cambio. Come se di quel baratto lassù se ne facessero qualcosa...(pag.162)
Buona Lettura!

N.

Nessun commento:

Posta un commento